Register, upload AVATAR, save SCORES, meet FRIENDS!
Registrati

Tactical Intervention: un gameplay guerresco da FIX Corea

Posted by admin On settembre - 25 - 2013

Videogioco Tactical interventionSeguendo la vasta scia di giochi che contrappongono forze speciali, terroristi in conflitti senza pari, al fine di rappresentare in maniera più meno documentaristica, sotto il profilo tecnico, la realtà odierna, Tactical Intervention torna a riproporsi con una versione notevolmente migliorata rispetto alla prima release per il mercato.

A partire dal singolare approccio con gli ostaggi all’interno del gameplay, che assumeranno un ruolo variabile a seconda dei contesti, l’intero titolo rappresenta sempre una questione di abilità, rendendolo comunque un titolo difficile su cui esprimersi a causa delle condizioni parecchio disastrate con cui venne lanciato tempo fa, in una discreta incompletezza di fondo.

Le parti più critiche del gioco, quali il netcode insufficiente, i contenuti ripetitivi e riempitivi, assieme ad una discreta pioggia di bug sparsi all’interno delle sessioni di gioco, sono state risolte almeno parzialmente, per quanto l’opera di riassestamento e riavvio del titolo siano ancora fasi ben lungi dall’essere completate per intero.

Le mappe incorporate non saranno numerosissime, facendo piuttosto leva su due modalità che promettono di essere scottanti e potenti al punto giusto: team deathmatch, il classico sparatutto svolto tramite due squadre competitrici che si spareranno tra di loro senza remore, accumulando frag nel frattempo; e le classiche missions, che si articolano in mansioni talvolta semplici quali scortare ostaggi oppure attività più specifiche quali il disinnesco di ordigni, che possiamo affrontare dalla parte della compagne di terroristi o di anti-terroristi.

Tali acquisizioni potranno essere ottenute anche grazie al solido sistema di acquisti implementato in-game, al fine di ottenere più potenziamenti e lo sblocco di ulteriori abilità.
FIX Korea ha per ora inserito nel titolo sette mappe, altalenanti in termini di qualità, ma sempre pronte a fornire uno scontro in ogni momento- malgrado alcune si rivelino essere più lente e meno articolate di altre, semplici e poco frenetiche.

L’elaborazione si mantiene in generale su validi livelli, malgrado la possibilità evidente di poter fare di più in successivi aggiornamenti del progetto. Per quanto riguarda le armi, il lato tecnico non fa strepitare, ed anche il motore grafico Source di Valve non offre altro che l’esperienza dei propri anni di servizio.

Un titolo basilare, insomma, che non brilla per eccellenza tattica, limitandosi ad imitare alcune uscite mainstream degli ultimi tempi.

Il Sito dei Giochi è un sito realizzato da Genny50 ©2013-2014
genny50