Age of Empires III, l’era delle scoperte

Age of Empires IIIAvete mai sognato di dominare tutto il mondo (o quasi)? Se la risposta a questo quesito è sì, allora Age of Empires III è il gioco perfetto per voi!
AoE III è un gioco sviluppato da Ensemble Studios per Microsoft e, come suggerisce il nome, rappresenta il terzo capitolo della saga.
Dopo l’età del ferro e il medioevo infatti, in AoE III si attraversa il periodo di colonizzazione delle Americhe da parte degli occidentali.

Come nei capitoli precedenti, si potrà scegliere quale popolo impersonare, tenendo conto però che ogni popolo è più ferrato in determinate tecnologie, o possiede vantaggi in specifici ambiti militari: per esempio, gli spagnoli hanno una cavalleria ed una fanteria molto forte, mentre i francesi possiedono coloni molto più veloci a raccogliere risorse.
Oltre a questi vantaggi, ogni popolo ha dei guerrieri tipici, con conseguenti abilità particolari, che non possono essere prodotti dagli altri popoli (questa caratteristica era già presente in Age of Empires II, dove si potevano produrre armate speciali attraverso la fortezza).

Age of Empires III, gameplay

Come nei precedenti capitoli, anche in questo è possibile scegliere se intraprendere una partita libera (in cui si può scegliere se assoggettare l’intero mondo, diventare il leader nei commerci ecc…) o se utilizzare la modalità storia, in cui le gesta dei giocatori saranno guidate attraverso vari capitoli, mediante obiettivi da raggiungere entro un tempo limite (esattamente come nel secondo, ad esempio con la campagna di Giovanna D’Arco).

Rispetto alle edizioni precedenti, però, esistono alcune fondamentali differenze: in primo luogo, le risorse vengono ridotte a tre: cibo, legna e denaro; viene inserita una Città Madre (diversa per ogni popolo) da cui ricevere spedizioni di risorse ma anche di elementi di artiglieria. Questa città non sarai mai visibile nella mappa del gioco, ma si presenterà in una schermata a parte.
Oltre ad essere importante per l’invio di risorse, la città madre influenza anche un’altra componente comparsa per la prima volta in AoE III: l’esperienza. Essa cresce con il prolificare della Città Madre, e permette di incrementare le quantità di materiale o di risorse belliche inviate.

Il gioco è stato dotato poi (nel 2006 e nel 2007) di due espansioni: The WarChiefs, che oltre ad includere nuove civiltà e una nuova modalità storia permette anche ai cittadini Europei di ribellarsi; e The Asian Dynasties, che, come dice il nome, sposta l’attenzione sul continente asiatico e sulle sue popolazioni, rendendo disponibili, oltre a nuove campagne storiche, anche la costruzione delle cosiddette meraviglie, già presenti in Age of Empires II.