Blacklight: Retribution, un nuovo debutto su Playstation 4

Blacklight Retribution - videogiocoBlacklight: Retribution dimostra già di dover tenere le fila del predecessore, uscito nel recente 2012 su piattaforma PC, mostrandosi come uno degli ultimi ritrovati di Zombie Studios a debuttare sulla next gen Playstation 4. Quest’ultima ha saputo portare, essendo appena uscita, un vero e proprio vento di rinnovamento nel settore di videogiochi free to play, coinvolgendo vaste fasce di utenti già interessati ad un modello di gameplay così vasto e tipico dei browser game più amati, di cui si vogliono portare le dinamiche su console.

Le prerogative di questo nuovo sparatutto sono molto alte, e rappresentano un nuovo mondo per chi voglia scoprire ciò che gli shooter di nuova generazione sanno fare. I tutorial di cui la struttura di gioco è intrisa ci permetteranno di imparare i movimenti base da mantenere sul campo, per quanto l’apprendimento risulti di per sé molto facile e immediato. I sistemi di controllo, infatti ricalcano quelli di tutti i first person shooter che abbiamo imparato a conoscere negli anni, ed i trigger nuovi del controller Dualshock quarta versione permettono di sperimentare vaste soluzioni per quanto riguarda presa della mira e successivo fuoco.

I tasti dorsali vengono ottimamente utilizzati per lo switch di arma, tra cui granate o visori infrared in grado di scansionare gli scenari completi e di funzionare da radar sensibilissimo, che ci permetterà di localizzare chi è in campo, tra nostri alleati e nemici. Corsa, salto e gesti consueti degli shooter sono anch’essi gestiti molto bene, con una presa del terreno ed una precisione inedite. D’altronde, seguire l’azione di Blacklight non è pane per tutti i denti: c’è frenesia e distacco dai tipici giochi di guerra in cui è sufficiente saper prendere bene la mira.

Una delle valute di gioco è ottenibile in base al numero di sconfitti realizzati durante il gioco, evolvendo di partita in partita ed offrendo con un po’ di costanza svariati crediti. Grazie al numero di mappe disponibili praticamente esteso, la pratica non finirà mai, così come la varietà di scenari e fondali.
Si avverte purtroppo una grossa mancanza, ovvero quelle della modalità competitiva e cooperativa: ma essendo il gioco aperto a notevoli miglioramenti in-game, non ci si può non attendere che determinati contenuti arrivino secondariamente rispetto all’esperienza di gioco base.

In conclusione, Blacklight: Retribution è in grado di emulare in maniera soddisfacente i contenuti della versione PC, ed è un titolo destinato a far parlare di sé anche in questa nuova veste di gioco, nell’immediato futuro, graie alla presenza di una dinamica di sviluppo e gioco particolarmente in voga.