Brink: combattimenti e sopravvivenza in un action targato Bethesda

Videogioco BrinkTitolo ambizioso ed atteso da molto tempo da parte di ampie falangi di fan, Brink è la dimostrazione più lucida di quanto sia capace lo spiegamento di forze creatrici utilizzato dalla software house Bethesda per creare uno degli action game più innovativi degli ultimi tempi.

Il pretesto per dare l’avvio alle vicende di un titolo così ricco di contenuti è in realtà tanto semplice quanto drammatico: un diluvio di entità paragonabile a quello universale ha colpito tutti i continenti come dimostrazione finale dei danni inflitti ala terra dal riscaldamento globale.
Una delle poche speranze a cui l’umanità potrà appellarsi prende il nome di Ark, che come suggerisce il nome è una struttura galleggiante costruita per la celebrazione delle prodezze tecnologiche umane, poco tempo prima.

Questa piattaforma, inizialmente destinata a scopi nobili, si rivelerà invece teatro di scontri tra la falange della Sicurezza e della Resistenza, tra cui troveremo i molti disperati che sono riusciti a sopravvivere alla catastrofe. Il tentativo di Bethesda, dunque consiste nel far scegliere al giocatore se sostenere chi vuole difendere i resti di una civiltà oppure chi cerca la sopravvivenza navigando nella povertà e nella fame.

Questo gameplay molto peculiare, a trama aperta, costituisce uno dei maggiori punti di forza del gioco, che racconta le proprie vicende sul campo di battaglia. Il titolo cura nei particolari anche quelle che potremmo definire minuzie: grazie all’editor integrato potremo creare personaggi su misura, cambiandone il vestiario e le abilità per una sorprendente cifra di mutazioni.

Le missioni di Brink saranno suddivise in obiettivi primari oppure secondari, da completare sviluppando abilità specifiche di quattro classi di combattenti, Soldati, Tecnici, Medici oppure Agenti. Per una migliore condivisione dell’esperienza di gioco, anche la modalità multiplayer si amalgama e integra alla perfezione con le vicende del gioco in singolo, offrendo un’intelligenza artificiale sopraffina e superiore alla maggioranza degli sparatutto.

Brink si regge inoltre su una versione modificata del noto motore grafico id Tech 4, offrendo poligoni a profusione e grafiche irrealizzabili solo fino a qualche anno fa, per via dell’HD integrato.

Il mondo di gioco risulta così realistico ed estraniante al tempo stesso, ma comunque in grado di invogliare al gioco e coinvolgere alla perfezione, in questo action di Bethesda in cui tattica e comprensione della struttura di gioco vanno ponderati al meglio.