Cosa sono i giochi Indie e perchè piacciono tanto

Avete mai sentito parlare di giochi Indie? Probabilmente sì, ma per coloro che non li conoscono ancora, in questo articolo potranno trovare non solo molte informazioni a riguardo, ma anche la presentazione di una lista dei migliori giochi di questa tipologia.

Cominciamo proprio dalla parola “Indie”. Questo termine indica un piccolo team di sviluppo completamente distaccato dalle grandi case di produzione che quindi non riceve sovvenzioni economiche o di altro tipo da queste, per esempio, un gruppo di ragazzi che lavora in un garage con talento, molte idee e pochi soldi, è un classsico esempio di team Indie.

Per avere un’idea di una release indie, pensate ai classici giochi sempreverdi, come ad esempio: Super Mario, il primo Castlevania, Zelda, Double Dragon, Final Fantasy, e anche molti altri. Ora aggiungete una grafica moderna, in grado di rendere ancora più belli questi giochi, ma evitando di esagerare per evitare di creare problemi di hardware o un gioco troppo pesante. Per il basso costo di sviluppo, grazie al quale gli sviluppatori emergenti riescono a dare libero sfogo alla loro creatività, il prodotto finale può essere arricchito con nuove funzionalità.

L’ultima fase commerciale, e anche la più importante, è quella della distribuzione. Essa avviene esclusivamente tramite digital delivery ed interessa quasi tutti i principali mercati, come ad esempio PlayStation Network, Xbox Live, e talvolta anche smartphone e tablet. Il prodotto finale è caratterizzato da un’ottima qualità e un prezzo molto competitivo, sempre intorno ai 15 euro, e in alcuni casi è anche gratuito. Grazie a questa ricetta vincente, i giochi indie, con la loro formula dinamica, hanno guadagnato una fetta di mercato creando sconcerto e preoccupazione tra le major, che, di fatto, stanno iniziando a sviluppare “piccoli videogames” parallelamente alle classiche produzioni con tripla A.

Passiamo ora in rassegna i titoli indie più popolari. Considerando che ci sono tonnellate di titoli, non è facile scegliere i più belli, pertanto questa lista è del tutto soggettiva, in ogni caso, ecco quelli che, secondo noi, sono i giochi indie più meritevoli degli ultimi tempi.

Maldita Castilla
Messaggio per tutti gli appassionati di retrogaming: non trascurate di visionare l’ultimo lavoro di Locomalito. Maldita Castilla scambia il famoso Sir Arthur con Don Ramiro, il nord Europa con la Spagna feudale e finisce per presentarci addirittura il cavaliere Cervantes nei panni di un boss. Difficile come i titoli delle vecchie generazioni di console, con musica fantastica e una meccanica di gioco infallibile firmata Gryzor87, questo è uno dei giochi più divertenti e ben fatti che abbia mai provato e si può scaricare anche gratuitamente. E’ sempre bello tornare adolescenti!

Incredipede
Con il design di Thomas Shahan e l’inventiva di Colin Northway, il risultato è garantito! In questo gioco dobbiamo sviluppare una creatura mostruosa e spostarla all’interno dei vari livelli. Dal punto di vista grafico, “Incredipede” è sicuramente uno dei titoli più bizzarri. Per i giocatori stravaganti che vogliono avere a che fare con creature impossibili, ma anche per tutti coloro che amano i giochi di puzzle, questo titolo è l’ideale e, grazie ad un livello di difficoltà abbastanza elevato, terrà impegnati per molto tempo anche i più esperti del settore.

Dear Esther
Con una grafica eccellente accoppiata ad una serie di elementi emotivi, e sostenuto da una colonna sonora incredibile, Dear Esther è uno dei giochi che non si dimenticano. Le voci del passato, la natura e i luoghi dimenticati noti per il legame con Jessica Curry, creano uno spettacolo unico. Se amate i viaggi introspettivi, non perdetevi questo titolo. In Dear Esther spenderai un po’ di tempo alla ricerca di ciò che hai intorno a te. Se non lo hai ancora provato è il momento di farlo.

Jumpmaster
Dopo aver vinto il primo posto di IGF Cina, non potevano non inserirlo nella nostra lista. In sostanza, Jumpmaster è un classico gioco d’azione che si svolge dall’alto in basso. Mentre si scende, si devono schivare i nemici, raccogliere power up e seminare il caos nei cieli. I lineamenti duri del protagonista, oltre alle opzioni di personalizzazione ottimamente curate, hanno reso famoso questo titolo, di cui ricordiamo anche la disponibilità della modalità multiplayer.

Beast Boxing Turbo
Fin dai tempi di Punch Out non vedevamo qualcosa che facesse divertire in modo semplice e con una buona dose di personalità. L’attesa è finita ed oggi Beast Boxing Turbo ha le qualifiche giuste per farci spendere ore e ore di puro divertimento. I controlli sono semplici, i personaggi e gli scenari sono originali e, soprattutto, contiene un sacco di roba super! Le caratteristiche RPG lo rendono un prodotto interessante.

Slender
Se ami il genere horror, questo è il gioco che metterà alla prova il tuo coraggio. In Slender, la paura assale passo dopo passo soprattutto quando l’uomo nero, che ti insegue, ti troverà all’aperto e con tra le mani una semplice torcia elettrica per difenderti, si tratta solo di una stupida torcia con la quale dovrai attraversare il bosco, edifici abbandonati e luoghi remoti. Ma tutto questo sforzo per fare cosa? Incredibile ma vero: solo per collezionare dei frammenti! Se siete deboli di cuore o fate uso di valeriana per dormire, vi consigliamo di stare alla larga da questo gioco! Se invece vi ritenete coraggiosi e vi piacciono le situazioni di paura, legatevi ad una sedia ed usate un paio di cuffie!

Dream Of Pixels
Conosci Tetris? Sicuramente si e sai come giocare, bene ora immaginalo al contrario: invece di montare i blocchi, bisogna separarli, mentre il mondo intorno a te sembra fermarsi e respirare profondamente. La grafica è davvero incredibile, e l’idea è geniale, tanto che anche Kotaku ne ha parlato con entusiasmo. Non tutti sanno che dietro “Dream Of Pixels” c’è la mente geniale dei figli di “Dawn Of Play” e la collaborazione di Retronator.