Crusader Kings 2 Sons Of Abraham

Crusader Kings 2Crusader Kings 2 è un titolo definibile con una sola parola: entusiasmante.

I fan che hanno esaminato nei dettagli il primo capitolo hanno ben capito di trovarsi davanti ad un gioco eccezionale, nonostante sia nato e cresciuto per un pubblico di nicchia.

La casa produttrice Paradox aggiunge così una seconda espansione al gioco storico e per molti aspetti “religioso” di Crusader Kings, infarcito da un gameplay molto strategico e dai contenuti avvincenti.

Crusader Kings 2 si rivela sorprendente già a partire dalla trama: dovremo, assieme ai personaggi principali, scoprire i risvolti del culto abramitico e l’influenza che ha avuto nelle società medioevali d’occidente.

Crusader Kings 2 Sons Of Abraham, da Paradox un’avventura storica

Ci inoltreremo così in un viaggio nel continente europeo, dove la religione cristiana gode del maggior numero di seguaci. I sovrani del luogo sono desiderosi di sempre maggior potere, e cercano di ingraziarsi gli esponenti del clero per raggiungere scopi generalmente monetari.

Crusader Kings 2  ci permetterà di effettuare, all’interno della trama, svariati pellegrinaggi verso luoghi consacrati per capire meglio l’evoluzione della religiosità nel continente di gioco, decidendo contemporaneamente della sorte di alcuni nostri parenti o nemici intercettando alcuni membri di ordini monastici, cercando di forzarne la scomparsa tramite crudeli incarcerazioni.

Abbiamo quindi la possibilità di controllare l’espansione su carta delle nostre scelte: la religione potrà favorire o sfavorire lo sviluppo economico e sociale di alcune aree, oppure potrà essere sfruttata tramite pretesti per dare l’avvio a cruente guerre.

Dal menu di gioco possono essere scelte le religioni che ci accompagneranno per tutta la durata della storia: cristianesimo, Islam ed ebraismo. Non mancheranno i contrasti interni alle diverse forme di culto, e tra le missioni più avvincenti del gioco troviamo la rigenerazione del regno di Israele.

Tecnicamente, grafiche, sonoro e modalità di gioco rimangono abbastanza invariate rispetto al primo episodio, risultando non al massimo della potenza della console, ma aggiungendo un’atmosfera retrò e storica al prodotto.

D’altronde, in un gameplay così avvincente, l’aspetto grafico è da considerarsi in secondo piano.

In conclusione, ci troviamo in presenza di un gioco molto atipico, dalle meccaniche del tutto particolari, in cui bisogna essere particolarmente pazienti ed attenti.

Osservare l’evoluzione del pensiero medievale e dei culti relativi rende il giocatore molto soddisfatto al termine di ogni quest di Crusader Kings 2 Sons Of Abraham.