Endless Legend, Guardians – recensione

Tra gli strategici apparsi su Steam più apprezzati di Amplitude Studios, Endless Legend non poteva tralasciare di arricchire la sua formula base con DLC ed espansioni particolarmente avvincenti, incentrati sui suoi protagonisti principali, i Guardiani. I cinque titani sono infatti stati resi liberi in questa espansione, Guardians, e finalmente è possibile per i giocatori controllarli in tutti i loro aspetti, esattamente come se fossero personaggi combattivi a tutti gli effetti.

I principali potenziamenti di questo DLC per Endless Legend avvengono attraverso gemme, ottenibili giocando, ed i Guardiani saranno resi finalmente riconoscibili per capacità particolari e peculiarità dei loro segni elementali, tra cui gli elementi (aria, acqua, fuoco, sabbia) e permetteranno di ottenere vantaggi non indifferenti sugli altri eserciti, vista la loro stazza e potenza, agendo per di più in team con altri possibili eserciti. Il nuovo DLC Guardians aggiunge inoltre nuove missioni per ogni giocatore, note come Legendary Deed, in cui competeremo contro altri imperi ottenendo dei power up e bonus non indifferenti.

I contenuti non legati in maniera specifica ai Guardiani sono purtroppo non legati ad elementi di gioco particolarmente consistenti, essendo relativi alla casualità della conquista e ad una certa componente di fortuna nell’esplorazione piuttosto che alle abilità del giocatore. Le quest previste sono comunque di tipo competitivo oppure co-op, fatto che rende il multiplayer strutturato in una maniera più saggia ed avvincente rispetto alle classiche battle online.

Il nuovo DLC per Endless Legend provvede quindi a dare nuovo entusiasmo a chi ha già apprezzato il titolo originale e vuole tentare un’avventura multi-giocatore, tuttavia chi ha amato questo free world a base fantasy e si aspetta contenuti del tutto innovativi dovrà probabilmente attendere la prossima incarnazione ufficiale del gioco, essendo i miglioramenti proposti limitati ad alcune sfere del gameplay.