Grand Theft Auto 5 ora finalmente disponibile per i gamer di tutto il mondo

Grand Theft Auto 5-videogiocoTitolo piú che atteso a lungo dai gamer di tutto il mondo, indipendentemente dal proprio genere d’elezione, GTA si è palesato negli ultimi anni diffondendo informazioni importanti su svariate rivoluzioni inerenti il gameplay di questo quinto capitolo del gioco più celebre della software house Rockstar, fino all’arrivo del fatidico giorno di pubblicazione.

Grand Theft Auto V è ora infatti disponibile sul mercato, in duplice versione per PlayStation 3 e Xbox 360. Perdersi sin da principio lungo le mille e più vie della città di Los Santos, incredibilmente dettagliate e in grado di mostrare appieno una vastità imparagonabile con altri titoli è prerogativa di questo titolo da gangster racer; in grado di rivelarsi avvincente rinnovando la formula dei passati capitoli, offrendo al giocatore di tutto e di più fin dal momento d’avvio, ben oltre la comune campagna principale.

Contenutisticamente, dopo alcune missioni con Franklin avremo la possibilità di fare conoscenza persino di Chop, il mastino da combattimento pubblicizzato nei primi annunci di GTA V.

Il realismo del titolo impregna anche i dettagli minimi ben oltre il semplice completamento delle missioni, elementi che non impediranno la visione di tre protagonisti principali le cui vicende spesso e volentieri si intersecheranno all’interno di una trama univoca, necessaria per mostrare quanto ognuno di essi desideri perseguire i propri obiettivi, in virtù di duri passati condivisi (questo specialmente per Micheal e Trevor).

Non mancheranno inoltre gli scorci di vita direttamente provenienti dal ghetto o da analoghe situazioni difficili: i ragazzi del team di sviluppo di Rockstar Games si sono infatti prodigati ad immergersi nel reale ambiente delle carceri, parlando con i detenuti presenti, al fine di compiere un buon lavoro di ricognizione ed integrare gli aspetti di spicco della malavita all’interno del gioco.

Tornando al personaggio principale e dal maggior carisma, Franklin vuole assolutamente riscattarsi, diventare il criminale numero uno lasciandosi alle spalle un passato infarcito di guerre tra band; ma per fare ciò avrà necessità di sbrogliarsi da situazioni pesanti, come quelle che vertono attorno a Trevor, lo psicolabile del gruppo, incredibilmente violento ed in grado di spingere il gioco verso vette di surrealismo notevoli nelle sessioni in cui i gangster daranno il loro meglio.

La narratività diventa ancora più peculiare con Michael, ex rapinatore, il quale ha avuto a che fare con la FIB (la versione FBI di GTA V), desideroso tanto quanto Franklin di fare carriera e sfondare.
Ma una famiglia particolarmente attaccata a lui cercherà di mettergli i bastoni tra le costole, aggiungendo ulteriore pepe alla trama, già complessa di per sé, in cui in ogni momento possiamo passare alle vicende degli altri protagonisti, tramite semplici comandi della croce direzionale. Uno scripting particolarmente articolato rende il gioco estremamente appetibile e vario, una delle “cannonate” di questo 2013 che va finendo.