Micheal Jackson: The Experience, il Re del Pop su Playstation 3 e Xbox 360

Videogioco Micheal Jackson: The Experience,Dopo aver mostrato il meglio di sé anche su console portatili, Michael Jackson: The Experience intraprende un lungo viaggio partendo dai dispositivi Wii, Nintendo DS, e PSP per approdare su Playstation 3 e Xbox 360. La lunga attesa dei fan è così stata coronata da questa conversione firmata Ubisoft, caratterizzata da lunghe sessioni di sviluppo da parte della software house per permettere al titolo di interfacciarsi al meglio con le periferiche sensoriali di movimento delle due console.

I giocatori, infatti, saranno chiamati a fare uso di Kinect e PlayStation Move per immedesimarsi in uno dei più grandi danzatori di sempre interpretando storiche coreografie e imparando i passi di danza originali.
Queste nuove versioni di gioco seguiranno la trama già vista su console Wii a fine 2010, in cui risulta chiaro lo scopo di questo rhythm game: concludere i brani ottenendo il maggior numero possibile di punti, simulando alla perfezione i movimenti di Jackson.

Per fare ciò, affronteremo nel titolo alcune sessioni di training che ci saranno mostrate da tre esperti della danza moderna, e ci offriranno consigli utili per tentare la sorte. Dal punto di vista del gameplay, la scelta è assicurata grazie alla presenza di una lista di brani abbastanza variegata, per un totale di 29 complessivi, con tre ulteriori tracce bonus rispetto alle versioni portatili.

Tra capolavori musicali quali Bad e Billie Jean, affronteremo anche la modalità multiplayer, che ci permetterà esibizioni di stile sfidandoci con i nostri amici: un buon diversivo dalla semplice modalità carriera, dove a inizio sessione potremo selezionare le modalità di gioco: Ballo consentirà di eseguire la coreografia desiderata, mentre Canto ci permetterà di intraprendere sfide a livello di karaoke grazie alla presenza di un microfono aggiuntivo da connettere alla console.

A differenza di quanto accade nella versione Xbox 360, il microfono incorporato nel PlayStation Eye sarà inutilizzabile allo scopo, e si rivelerà quindi indispensabile il microfono SingStar.

L’utilizzo del sensore Kinect offre un’esperienza di gioco migliore rispetto a Playstation Eye soprattutto per quanto riguarda la gestione dei movimenti di arti superiori e del resto del corpo. Questo aspetto diventa di particolare importanza quando si gioca in compagnie di quattro giocatori, che possono incominciare la loro avventura immettendosi anche in una partita già avviata.

Micheal Jackson: The Experience si mostra così una valida alternativa a titoli più altisonanti, dai medesimi contenuti, quali Just Dance, con un ovvio tributo di qualità e stile al ricordo di Jackson.