Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3

E’ passato circa un anno da quando CyberConnect2 presentò il suo ultimo prodotto ed eccolo tornare con una novità: arriva sugli scaffali un nuovo gioco che vede ancora Naruto come protagonista. Nel nuovo titolo vengono riprese le situazioni che erano rimaste in sospeso nell’edizione Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 2.
Cosa accadde subito dopo la conclusione di UNS2? Bene è proprio da qui che Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3 ha inizio.

Il gioco inizia con una rievocazione dell’offensiva perpretata dalla Volpe a Nove Code contro il Villaggio della Foglia, e ci caleremo nei panni del padre di Naruto. Tramite una ricca serie di riprese cinematografiche potremo ripercorrere gli eventi passati delle anime e delle numerose battaglie arrivando alla Quarta Guerra dei Ninja. Naturalmente la parte più bella del gioco è rappresentata dai combattimenti.

Quasi sempre, si basano su due guerrieri che si affrontano. In questo nuovo capitolo sono state inserite alcune novità, per esempio in un UNS3 è possibile scagliare il rivale fuori dal ring, in questo modo è possibile conquistare la vittoria immediata dell’incontro.

Contrariamente a quanto accadeva nei capitoli precedenti, sarà permesso di utilizzare il team di supporto solo un certo numero di volte. Anche la modalità di sostituzione può essere usata al massimo 5 volte dopodichè occorrerà aspettare il suo nuovo caricamento prima di poterla di nuovo impiegare.Infine segnaliamo il ritorno delle sequenze cariche di adrenalina e altamente coreografiche nei combattimenti con i “boss” e le sequenze dette “musou”, nelle quali vestiremo i panni di un particolare personaggio con il quale affronteremo gruppi di nemici.

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico del nuovo capitolo, dobbiamo riconoscere a CyberConnect2 il notevole impegno profuso su Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3 per aver traslato in maniera eccellente su schermo la struttura scenografica e la tensione emotiva che caratterizza da sempre le fasi dei combattimenti delle anime.

Una delle poche pecche che abbiamo notato è rappresentata dalla presenza di fondali molto stringati e con poco dettaglio nelle sequenze adventure.
Una eccezionale qualità sonora si fa apprezzare anche per l’opzione con la quale si può selezionare la lingua del doppiaggio tra inglese o giapponese e una colonna sonora che è stata ricreata apposta per il videogioco e che arricchisce notevolmente l’esperienza di gioco in particolare nelle sequenze più emozionanti.