Panoramica sul mondo dei videogames zombie: Terza Parte

zombie gamesOvviamente,in questo focus sui videogame dove i zombie fanno da padroni, non poteva mancare la storica saga Capcom,ovver Resident Evil.
Sono passati ben 17 anni dall’uscita del primo capitolo su Ps1, di strada ne è stata fatta, alcune volte, in direzioni che hanno fatto storcere il naso a più di qualcuno,ma nonostante tutto, Resident Evil rimane un pilastro inamovibile dei survival-horror e dei videogame in assoluto.

Saga che è approdata su quasi tutte le piattaforme attuali (ps1, ps2, ps3, Xbox360, Gamecube, Ds, Wii) e che ha avuto successo anche in ambito cinematografico (con diversi film con attori di grande spessore, come Milla Jovovich e Michelle Rodriguez), non sembra subire i danni del tempo, e indefessa, continua a maturare e a sfornare capitoli (l’ultimo uscito ad inizio anno, Resident Evil 6).

Proprio quest’ultimo episodio, è stato,come il suo predecessore, al centro di numerose polemiche scatenate soprattutto dai “Core-gamers” e dai fan di vecchia data, che hanno assistito ad un repentino cambio nella struttura del gameplay (già accennato con il quarto capitolo): si passa da meccaniche puramente survival-horror e da tutto ciò che ne deriva ad una natura più tipica degli shooter action-adventure in terza persona: la visuale dalla spalla, la dinamicità degli scontri e l’ampio arsenale votato alla distruzione e alla spettacolarità prendono prepotentemente il posto del soppesare ogni singola munizione, optare spesso per una fuga dai nemici e di situazione di panico e impotenza, stravolgendo, di fatto, l’esperienza offerta.

C’è chi dietro a queste mosse vede un’azione di marketing ben mirata e svolta in conseguenza allo stampo “shooter” preso dalla generazione corrente(dovuto perlopiù alla “febbre” dal Call of Duty & Co.), chi invece un tentativo di donare freschezza alla saga. Resta il fatto che, nonostante tutto, Resident evil rimane apprezzato in tutte le sue forme, forse un po’ meno rispetto al passato, con molti videogamers che gridano un ritorno alle origini, in termini di gameplay, perchè in ambito di storyline, il lavoro rimane fedele alle origini, riproponendo in queste ultime avventure le storie di icone come Chris Redfield e Leon Kennedy (solo per nominarli alcuni): Raccon city, La Umbrella corporation e il T-virus sono al loro posto, lasciando inalterato l’universo RE e anzi arricchendolo.

Da segnalare ovviamente, come i primi capitoli della serie siano disponibili sul playstation store, ognuno al prezzo di 9,99 euro (e ogni tanto scontati), così da permettere a tutti di assaporare i vecchi tempi e magari confrontare con propria mano l’evoluzione di un brand destinato ancora a far parlare di se.
Vuoi altre informazioni e articoli sui videogiochi dedicati al tema zombie? Cerca online per trovare moltissimo materiale.