Panoramica sul mondo dei videogames zombie: Seconda Parte

zombieAnche sullo store PSN troviamo diversi titoli molto validi e che ora come ora,troveremo scontati a prezzi veramente bassi.
Uno su tutti è sicuramente Dead Nation, capitolo sviluppato da un team interno di Sony(HouseMarque): in questa avventura con visuale dall’alto,vestiremo i panni di due personaggi(a scelta fra un uomo e una donna anonimi) e dovremo farci largo tra orde di zombie, generati da un’infezione globale, alla quale solo noi possiamo porre rimedio.

Dead Nation rappresenta un titolo immediato, intuitivo e divertente (soprattutto in co-op, disponibile sia online che offline) distribuito gratuitamente nel “welcome back pack” di Sony dopo il down del network del 2011, e ora disponibile ad un prezzo ottimo, in termini di qualità/prezzo.
Di struttura simile (a livello di visuale,comandi e progressione) è Zombie:Apocalypse, sviluppato da Konami, in cui l’obiettivo è sopravvivere 55 giorni in diverse infrastrutture, piene zeppe di “cervelli molli”e avremo un buon arsenale per contrastarli.
Diverso e che riporta un po’ alle atmosfere da cabinati, è The House Of Dead, pilastro delle vecchie generazioni di rail-shooter (punta e spara), riproposto ora in HD, con l’aggiunta dei trofei di alcuni scenari aggiuntivi, che portano anche a finali differenti.

Ovviamente un acquisto obbligato per chi amava gli shooter su binari, per i vecchi fan e a chi interessa particolarmente un titolo godibile al massimo sfruttando il multiplayer (solo offline però).
Altro titolo blockbuster e che ha sfondato anche nell’universo del mobile gaming, è Plants VS Zombies, strategico in tempo reale che ha conquistato milioni di videogiocatori in tutto il mondo.

Partito come un semplice indie-game elaborato dai ragazzi di PopCap Games, ha spopolato per la sua immediatezza e al contempo stesso profondità:Plants Vs Zombies è un tower defense in cui fronteggeremo degli zombi, avendo come alleati piante e funghi (ognuna con proprie abilità offensive o difensive), piazzabili su una griglia verticale per ottenere una linea difensiva in grado di proteggere il nostro giardino, che rappresenta la location degli scontri.
La grafica molto colorata e lo stile cartoonesco lo avvicinano anche ai giovani, mentre ad attrarre i più “navigati” è la freschezza e la godibilità di un prodotto a basso costo.

Un altro titolo, disponibile anche da parecchio, è rappresentato da “The last guy”, sviluppato da SCE Japan Studio, un survival a scenari con visuale dall’alto in cui il nostro eroe dovrà trarre in salvo tutti i superstiti di un’incidente che ha trasformato molte persone in zombie; egli dovrà avvicinarsi a palazzi e strutture contenenti i poveri sopravvisuti e portarli in salvo in zone apposite,evitando il contatto con gli “infetti”.

Online è possibile trovare molte informazioni sul mondo dei videogiochi zombie.