Red Dead Redemption: il selvaggio West ritorna su console

Red Dead RedemptionRockstar San Diego è una software house di indubbio successo, che ha saputo radicarsi con convinzione e titoli di qualità all’interno dei cuori dei fan: già con l’ottimo successo di vendite della serie gangster GTA, specialmente per quanto riguarda l’ultimo capitolo, l’intento di diversificare i propri prodotti si è fatto sempre più forte, e Red Dead Redemption è uno di quei giochi che mostra la volontà poliedrica di Rockstar, e la sua capacità di cambiare genere.

Impersonando un ex bandito nei primi anni del XX secolo, partiremo per arrivare alla Frontiera Americana, proseguendo una vita segnata da lutti e incontri con la malavita. John Marston, questo il nome del nostro eroe, riuscirà a sopravvivere comunque a queste sventure, ottenendo alla fine la pace del proprio ranch e di una nuova stabile famiglia.

Le sue giornate proseguono tranquille fino a quando agenti dell’FBI si recano a casa sua per intimargli di collaborare nella difficile missione di rintracciamento dei suoi compagni di lotta. Marston sarà così costretto a risalire su un treno che lo porterà ben lontano da casa, per arrivare nel New Austin.

Il comparto narrativo prenderà da questo punto in poi una libertà inaudita, che però si accosta parecchio alla necessaria ricerca dei vecchi amici. Come in molti titoli che fanno della modalità sandbox il proprio punto focale, le missioni saranno molto facilmente identificabili tramite una pratica mappa, e saranno contrassegnate da alcune lettere dell’alfabeto. Grazie a veri e propri colpi di scena e modularità nella scelta delle missioni, la longevità di Red Dead Redemption arriva a vette inattese, assestandosi sulle venti ore circa di gioco.

Per quanto riguarda le missioni secondarie e i minigiochi, riescono perfettamente nel compito di estendere la durata del prodotto, garantendo anche la presenza di preziosi bonus in denaro. Sarà facile comprendere quali missioni ci verranno assegnate: ad esempio, nel livello “Cacciatore di Tesori” dovremo ricercare e ricostruire alcuni elementi in grado di farci ritrovare degli scrigni pieni di tesori, in “Tiratore Scelto” metteremo alla prova le nostre abilità di pistolero, e così via.

Caratterizzandosi come un titolo di pregevole valore artistico e dalla giocabilità immensa, Red Dead Redemption ci porta tra anarchia e scenari di gioco tratti direttamente dalla rivoluzione industriale statunitense: il risultato è un titolo mai ripetitivo e dalla campagna in single player notevolmente varia.