Remember me: capolavoro o mezzo fiasco?

Remember me videogiocoRemember Me è uno di quei giochi che non si incontrano tutti i giorni ed è stata la sorpresa che i francesi di Dontnod ci hanno riservato per il 2013.
Il titolo è sicuramente un capolavoro che ha dato fiducia al team di sviluppatori che, impegnati finora esclusivamente a progetti minori, ha raccolto un meritato successo.

L’originale ambientazione è realizzata in una Parigi del futuro delineata da tratti che si dividono tra innovativi elementi tecnologici e la memoria del passato. La società è sotto il dominio di un curioso dispositivo chiamato Sensen che rende sempre più dura la vita della gente costretta a vivere in quartieri poveri e malsani.

Nilin è definita un’errorista strano termine per identificare una donna alla ricerca dei ricordi. Nel gioco vengono definiti erroristi quelle persone convinte che solo le azioni rivoluzionarie possono risolvere i problemi, il loro sogno è quello di far tornare la società ai tempi in cui capacità, abilità ed altri valori erano apprezzati e che oggi invece sono ignorati; e per ottenere ciò vagano con la propria mente in cerca di flashback.

Il soggetto del gioco si ispira ai titoli popolari usciti negli ultimi tempi ed anche il sistema di esplorazione utilizzato è molto simile a quello che abbiamo visto nel famoso Tomb Raider.

Una delle caratteristiche più marcate di Nilin sono i combattimenti corpo a corpo sostenuti utilizzando il nuovo sistema Combo Lab. Tale sistema ha diviso la critica, in particolare i principianti non hanno gradito la modalità con cui è possibile ripristinare la vitalità di Nilin che, basandosi sulla esecuzione precisa delle combo, costringe il giocatore ad impararle a memoria. In particolare, questo sistema poco flessibile creerà qualche problema a chi non ha molta esperienza nei giochi picchiaduro 1 vs 1.

Un aspetto che abbiamo apprezzato è il modo con il quale è possibile modellare i ricordi, esiste infatti la possibilità di trasformare completamente la storia in base ai nostri desideri. Non meravigliatevi di assistere a cambiamenti radicali di alleanze ed amicizie che si trasformano in ostilità ed odio modificando quindi il corso degli avvenimenti presenti nelle memorie.
Purtroppo non ci è piaciuto il sistema di spostamento che risulta inadeguato e questo, insieme alla impossibilità di esplorare la Nuova Parigi, rappresenta uno dei rari punti di negatività del titolo.

In compenso i settori grafica e audio che supportano il gioco rappresentano i punti di forza di Remember Me. Un universo armonioso in movimento continuo è quello che ci appare guardando la città dove batte un cuore sotterraneo che ricalca il vecchio stile cyberpunk, pur con qualche ritocco di moderno.

In conclusione, Remember Me è un gioco che, pur non raggiungendo un livello di popolarità massimo, resterà nella storia dei videogiochi e nella memoria dei giocatori, divisi tra chi lo considera eccezionale e chi un mezzo fallimento. Di certo è un fatto: è unico nel suo genere.