Swarm: un titolo prodigio del videogaming indipendente

Videogame SwarmLa casa di sviluppo Hothead Games ha dimostrato di saperci fare con i titoli indie o indipendenti: Swarm rappresenta infatti un importante punto di arrivo desiderato da tanti sviluppatori che vogliono fornire ai giocatori un prodotto ben congegnato dal punto di vista delle dinamiche di gameplay e in grado di risaltare positivamente all’occhio della critica.

Il titolo in questione, Swarm, è stato presentato presso la Great Canadian Videogame Competition, riuscendo in breve tempo a far parlare di sé e raccogliere circa 300.000 di dollari da destinare al finanziamento dello sviluppo definitivo di questo progetto, che sarà raccolto da buone mani: Ignition Entertainment, che si è occupata completamente della pubblicazione.

Hothead Games approda così su PlayStation 3 e Xbox 360, sfruttando il contatto diretto con le piattaforme di distribuzione digitale. La trama di Swarm è particolarmente simpatica, ed inizia mostrandoci un’entità aliena sconosciuta approdata su un pianeta non identificato, dal quale vedremo animarsi un grande tentacolo blu che darà i natali ai protagonisti principali del gioco: gli Swarmites.

Il giocatore si assumerà il compito di controllare fino a cinquanta di queste piccole creature gommose, cercando di portarle una ad una al completamento del livello. Inutile dire che non mancheranno fiumi di ostacoli, e svariate insidie che minacceranno l’integrità dei nostri protagonisti.
Il gamer dovrà anche occuparsi della raccolta di filamenti di DNA, per fare incrementare il proprio punteggio, che rappresenta uno degli obiettivi fondamentali del gioco.

Sono stati avanzati vari paragoni con la saga Pikmin di Nintendo per quanto riguarda il gameplay, e difatti Swarm mostra il meglio di sé sviluppando la sua originaria natura platform, offrendoci la possibilità di risolvere enigmi e superare ostacoli di varia specie.

Controllare i cinquanta Swarmites forse può apparire come un compito complesso all’inizio, ma tutto volge a favore del giocatore in quanto il controllo è appropriato ed estremamente responsivo ai nostri input, permettendoci di muovere tutti i piccoli protagonisti tramite un solo comando. Sarà così possibile saltare, raccogliere, disperdersi nello scenario di gioco con molta facilità. Il gioco, infine, non si mostra troppo crudele con il giocatore medio: il titolo è infatti cosparso di checkpoint in cui sarà possibile riportare a 50 il gruppo di Swarmites.

Un gioco molto gradevole, in definitiva, Swarm è in grado di appassionare sia i casual gamer che gli affezionati dei platform grazie alla cura dei dettagli tecnici ed alle grafiche colorate e cromaticamente varie.