Type: Rider, viaggio videoludico nel mondo della tipografia

Type: RiderLa ricerca costante di elementi di gioco del tutto inediti o scarsamente esplorati è una costante di questo decennio: spesso i giocatori più accaniti testimoniano infatti l’esistenza di scelte narrative del tutto distaccate da quella che un tempo era la cosiddetta “norma” del videogioco, in cui per divertire l’utente era sufficiente un RPG con pochi elementi di scelta oppure un platform bidimensionale.

La software house BulkyPix si propone di lanciare un titolo che sembra mostrare queste caratteristiche di innovazione bizzarra ma gradevole: un platform dotato di innesti puzzle, che tra una partita e l’altra ci racconterà tutta la storia dell’arte tipografica.

Essendo ben distante dai canoni classici di semplice software educativo, Type:Rider riesce a strutturare una storia che si dipana lungo millenni in un gioco condensato caratterizzato da un’ambientazione familiare e una progressione in grado di insegnare effettivamente qualcosa all’utente. Scopriremo così le prime incisioni rupestri, passando per le scritture di tipo cuneiforme, approdando poi a geroglifici e caratteri cinesi, con un occhio di riguardo anche per la tipografia computerizzata. Nei livelli dovremo impegnarci per far scorrere i punti che compongono le lettere raccogliendo minuscoli elementi di luce che ci daranno accesso a molte informazioni storiche, accessibili una volta terminato il livello. Abbiamo così a disposizione un vero archivio di informazioni storiche di grande importanza, suddivisa addirittura per periodi.

Come si può intuire, il sistema di controllo abbinato al titolo è di una semplicità unica, in quanto richiede un tocco ai bordi del device per dare la corretta direzione ai punti. Avremo la possibilità di fare movimenti più ampi, quali il salto, premendo il lato opposto rispetto a quello che dobbiamo raggiungere. Gli elementi del gioco sono inoltre dotati di una fisica non irrilevante, essendo oggetti in grado di compiere rimbalzi e muoversi autonomamente mentre saremo impegnati a muovere leve, studiare tasti e congegni per meglio capire come concludere il puzzle.

Le situazioni di gioco saranno sempre immensamente variate, includendo sfondi evocativi a livello di tonalità e astrazione dei percorsi da sviluppare, sostenuti da un comparto audio sempre presente, ma in maniera minimale e piacevole. Type: Rider si configura così come un elemento importante nella teca dei giocatori più arditi, che sanno prestare attenzione ad un level design eccelso così come alla qualità del materiale storico proposto.

Puoi seguire il progetto sui canali Type: Rider su Facebook e  Twitter